APPLICAZIONI RESIDENZIALI 1 – Produzione acqua calda sanitaria (ACS)

Il sistema, dal punto di vista termico, si comporta in maniera analoga ai normali sistemi con pannelli solari termici. Le caratteristiche del sistema PVT offrono alle celle fotovoltaiche una condizione di lavoro assai favorevole soprattutto durante la mezza stagione e la stagione estiva. L’acqua calda prodotta, per oltre otto mesi all’anno di maggior irraggiamento, solitamente è in quantità notevole rispetto al fabbisogno di una famiglia media. La temperatura a cui viene prodotta, prossima ai 40°C ne consente l’utilizzo diretto senza i tipici sprechi dovuti alla miscelazione con acqua più fredda.
I pannelli solari termici tradizionali sono soggetti ad un pericoloso fenomeno chiamato stagnazione quando, nei mesi estivi, l’impianto si viene a trovare privo di carico termico (nessuno spilla acqua sanitaria). In queste condizioni il calore presente sul collettore determina un aumento della temperatura del collettore stesso ed in particolare dell’assorbitore che contiene il fluido a valori di temperatura anche superiori ai 200 °C Le alte temperature, oltre che rovinare in modo permanente il fluido di circolazione, abbassano la vita media dell’impianto (per questo motivo è buona prassi coprire i collettori tradizionali nei mesi di maggior irraggiamento).Il sistema H-NRG non si viene mai a trovare in condizioni di surriscaldamento estivo perché difficilmente le temperatura supera gli 80°C.

[1] - 2